In evidenza

Studenti fuorisede: cosa portare quando ci si trasferisce a vivere in un’altra città?

Studenti fuorisede: cosa portare quando ci si trasferisce a vivere in un’altra città?

Ci siamo, è giunto il momento tanto atteso: ti sei iscritto all’università, e non vedi l’ora di iniziare la tua nuova vita. Ma hai anche un altro pensiero in testa, perchè non hai soltanto scelto di proseguire gli studi, ma anche di farlo in un’altra città, lontano dagli affetti, dai familiari e dalle persone a te più care.

E tra tutte le incognite del caso, la prima riguarda la nuova sistemazione. Appartamento in affitto o casa dello studente, coinquilini o no, vicinanza all’università o alla movida, possibilità di parcheggio in strada o in garage… tutte cose da valutare caso per caso, a seconda delle esigenze di ognuno, ma a tutte queste domande si aggiunge un dubbio amletico: cosa portare quando ci si trasferisce a vivere in un’altra città?

Cosa portare in valigia

Dopo aver affrontato i preparativi per la partenza, giunge il momento di partire per davvero, lasciando una volta per tutte la casa, la famiglia e gli amici, per un’avventura nuova e per certi versi unica. Ma dal punto di vista pratico, cosa portare in valigia? Proviamo a fare un po’ di chiarezza in merito, per evitare di arrivare nella nuova casa più carichi del dovuto, o al contrario senza buona parte delle cose fondamentali.

La regola d’oro comunque è viaggiare leggeri: prova a condensare tutto in una sola valigia, non portarti troppe cose perchè tanto lo sai anche tu, non le utilizzerai mai! Inoltre, il viaggio fino alla nuova destinazione con meno bagagli possibile sarà molto più comodo.

Seguici e resta aggiornato sul tema affitti:
- 📱 Le news con la nostra pagina Instagram
- 🤖 Gli annunci in uno dei nostri canali Telegram
- 🤓 Confrontati nelle nostre community Facebook

Abbigliamento

Primo consiglio: lo spazio in valigia è prezioso, non portarti tutto il guardaroba! Prima o poi infatti tornerai a casa, che sia per le feste, per un ponte o soltanto per staccare un po’ dopo una dura sessione di esami. Ed è per questo che non devi preoccuparti di rimanere senza vestiti, e comunque in caso di bisogno, la città che hai scelto ce l’avrà un mercato o un centro commerciale, no?

Porta con te un paio di vestiti eleganti per eventuali serate chic, un giubbotto pesante e uno leggero, un ombrello e due o tre paia di scarpe. Il resto della valigia riempilo (ma senza esagerare) di indumenti comodi per affrontare le dure giornate universitarie, come felpe, jeans o magliette, e qualche ricambio di intimo. E se sei un/una fashion victim, cerca di tenere a bada i tuoi istinti!

Tecnologia

Nelle valigie dei ragazzi del terzo millennio, i vestiti lasciano sempre più spazio alla tecnologia. D’altronde computer portatile, prese di ricarica varie, tablet, cellulare di riserva, prese multiple o adattatori, chiavetta USB, e perchè no una macchina fotografica digitale (ma che sia compatta!) sono accessori irrinunciabili per chi sceglie di studiare fuorisede, e non si possono non portare se ci si trasferisce a vivere in un’altra città.

Biancheria e oggetti di casa

No a piatti e bicchieri ovviamente, ma un grande si a lenzuola, asciugamani da bagno, accappatoio e persino il cuscino, se sei abituato ad usare sempre quello e non sapresti farne a meno per un periodo di tempo così prolungato! E se la città nella quale stai per trasferirti a vivere è una città di mare… beh non dimenticarti il telo da spiaggia e il costume da bagno!

Igiene personale

Spazzolino e dentifricio ovviamente non possono mancare, così come i prodotti per la toilette a cui non puoi rinunciare, come il tuo profumo, il deodorante, il pettine o i trucchi se sei una ragazza. Metti tutto all’interno di un piccolo beauty case, ti ricorderà che non devi esagerare nel portarti troppe cose in giro!

Non scordarti poi un semplice kit di medicinali d’emergenza. Niente di complicato, giusto aspirina, cerotti, tachipirina, pasticche per il mal di gola e un paio di integratori in caso di diarrea. Tutto tranquillamente reperibile anche sul posto ovviamente, ma è sempre meglio avere questi prodotti a portata di mano, per non rischiare di dover uscire di sera tardi in una città sconosciuta alla ricerca di una farmacia notturna.

Carte

Il bancomat è d’obbligo, soprattutto quando sai che i genitori ti hanno appena ricaricato il conto! Se invece un conto non ce l’hai, prima di partire fatti una prepagata e caricala con una piccola riserva extra di denaro, da usare in caso di emergenze. Dai il numero anche a mamma e papà, così qualora si sentissero magnanimi potranno sempre ricaricartela!

Consigliamo invece di non portare in giro la carta di credito, a meno di esigenze particolari. Puoi comunque segnarti da qualche parte il numero, la scadenza e il codice di sicurezza e utilizzarli per fare acquisti online al bisogno, lasciando l’originale al sicuro nella cassaforte di casa.

Documenti

Lo mettiamo in fondo alla lista, ma non di certo per importanza: ricordati di portare con te i documenti – patente e carta d’identità, necessari sia per la registrazione del contratto d’affitto, che per qualunque altra questione burocratica. Non fare l’errore di lasciare a casa gli originali e portarti le fotocopie, non sono accettate, nemmeno in caso di controllo da parte delle forze dell’ordine.

Infine, porta con te anche il passaporto, se ce l’hai… magari nella città che hai scelto oltre all’università c’è un aeroporto, e non si sa mai che tu e i tuoi compagni di corso possiate trovare un’offerta per un viaggio low cost in qualche meta esotica!

Piaciuto questo articolo?
x