Tutte le risorse utili per gli studenti fuori sede: casa, coinquilini, contratto!

Il Palio di Siena: momenti da non perdere

S.O.S. Trasloco: cosa fare per affrontarlo al meglio

  • aprile 02, 2016
  • di Riccardo Lorini
Share on Facebook17Share on Google+2Tweet about this on TwitterEmail this to someone

Sono pochi i fortunati che vivono in un solo appartamento per l’intera carriera accademica, tutti gli altri, hanno toccato con mano l’incubo del trasloco da studente fuori sede. Ecco cosa fare per affrontarlo al meglio:

Gli scatoloni

Per traslocare, avrai bisogno di un grande numero di scatole dove impacchettare vestiti, libri, casalinghi, e tutte le cianfrusaglie che ti ritrovi in camera. Procurati tanti scatoloni (controlla che siano in buona salute e resistenti) al supermercato di fiducia o chiedi ai negozianti della zona. Proteggi tutti gli oggetti con il pluriball (i fogli in plastica con le bolle) , del giornale, vecchi stracci o vestiti.

Mobili

Un altro aspetto da non sottovalutare è lo spostamento dei mobili che hai acquistato per la vecchia casa. Valuta bene se nella nuova possono esserti utili, se SI, il consiglio è di smontarli il più possibile ed imballarli, se NO, cerca di venderli al miglior prezzo possibile.

Aiutanti?!

Eh si, traslocare è dura e farlo da soli è praticamente impossibile! I primi da coinvolgere sono fidanzati e fidanzate, poi gli amici più stretti ed i vecchi o nuovi coinquilini. Se non riuscite a trovare abbastanza persone, allora vi consigliamo di cercare aiuto sulla piattaforma di Traslochino un servizio innovativo che risolve il problema del trasloco in modo semplice ed economico.

Traslochino.it , la piattaforma che ti aiuta a traslocare

Vi raccontiamo brevemente come funziona Traslochino, perchè può esservi d’aiuto sia se volete traslocare, sia per investire un po’ del vostro tempo libero e guadagnarci qualcosa.

Partiamo dall’inizio, Traslochino nasce da un’idea di tre studenti dell’Università della Sapienza, che grazie al Luiss Enlab (acceleratore della giovane imprenditoria dell’ateneo Luiss) hanno realizzato un sistema smart per risolvere il problema dei traslochi per gli studenti. Attualmente il servizio è attivo a Roma, ma sarà ampliato alle principali città italiane nel corso del 2016.

Una volta registrato, su Traslochino potrai scegliere se desideri traslocare, o se metterti a disposizione delle persone che hanno bisogno di una mano.

Vuoi traslocare?

  • Prepara gli scatoloni (eh si, questo lo devi proprio fare, e sarà una buona scusa per fare un po’ di pulizia tra le tue cose!)
  • Scegli il numero di persone di cui hai bisogno e la data in cui avverrà il trasloco
  • Imposta l’indirizzo di partenza e l’indirizzo di arrivo
  • Imposta le modalità del trasloco 
  • Invia la richiesta ai “Traslochini” disponibili

Nel giorno scelto incontrerai i traslochini che hanno accettato l’incarico ed alla fine dei lavori, potrai rimborsarli tramite la piattaforma. Non dimenticarti di inserire un feedback sulla prestazione per ognuno di loro.

Se vuoi metterti a disposizione della community come traslochino, ti dovrai registrare ed inserite tutte le informazioni del caso. Poi non dovrai far altro che attendere la notifica del tuo primo incarico e confermare la disponibilità! Il pagamento della prestazione avviene attraverso l’app di Traslochino, alla fine dell’incarico.

Non hai capito come funziona (o ti annoi a leggere l’articolo)? Allora guardati questo video!

 

Quando e come traslocare

Scegliere il giorno esatto del trasloco è molto importante e devi prendere in considerazione molti fattori. I primi sono sicuramente quelli contrattuali, solitamente si sceglie il primo (o l’ultimo) weekend del mese. Come pensi di traslocare? Auto (raro mezzo di locomozione fuori sede), autobus, metropolitana, taxi, bici, a piedi? Valuta il giorno in base al mezzo che utilizzerai per fare il trasloco, se pensi di farlo in autobus, forse la domenica non è il giorno ideale!

Il trasloco

Il giorno dell’impresa è arrivato, aspetta i tuoi aiutanti ed inizia il trasloco ad un’ora decente, si, hai capito bene, NON iniziare a traslocare alle 12:30 o la sera alle 19:00, ti possiamo garantire che il lavoro si interromperà a metà, con tutti gli sbattimenti del caso! Prendetevi una pausa ( almeno ogni ora ) per riposarvi e fare due chiacchiere, vi servirà a ricaricare le batterie e portare a termine il duro lavoro del trasloco.

Piaciuto questo articolo?