Affitto

Contratto d’affitto transitorio: il modello pronto all’uso

Contratto d’affitto transitorio: il modello	pronto all’uso

Abbiamo già parlato del contratto d’affitto in uno dei nostri precedenti post pubblicati sul blog. La legislazione non è certo semplice, ma fondamentalmente per chi studia fuori sede le scelte sono due: il contratto d’affitto per studenti, e il contratto d’affitto transitorio. Ed è proprio quest’ultimo che ci interessa oggi, perchè in questo articolo ti spiegheremo come redigerlo utilizzando un modello scaricabile in formato Word.

Cos’è un contratto d’affitto transitorio

Per prima cosa, ti ricordiamo brevemente cos’è un contratto d’affitto transitorio: è un contratto di locazione di durata obbligatoriamente compresa tra 1 e 18 mesi non rinnovabile oltre la sua durata massima, nato con l’esigenza di dare una normativa esatta agli affitti di breve durata. Un contratto di questo tipo viene solitamente stipulato in casi di particolari esigenze dei proprietari o dei conduttori, nel nostro caso connesse allo studio, all’apprendistato o alla formazione professionale.

Per quanto riguarda il pagamento del canone di locazione, esso viene stabilito in base a una serie di parametri decisi dal comune in cui si trova l’immobile. Per il recesso invece la situazione si fa più delicata: l’inquilino deve dare un preavviso, ma il periodo di tempo dev’essere ben ponderato da entrambe le parti al momento della stipula del contratto, proprio a causa della sua natura transitoria. In altre parole: è inutile ad esempio includere nel contratto un preavviso di 6 mesi, se la durata del contratto è di 2 mesi!

Altri dettagli: questa tipologia di contratto prevede poi che le spese di bollo e per le ricevute siano a carico del conduttore(l’inquilino), mentre il locatore dovrà provvedere alla registrazione del contratto, comunicandola al conduttore, il quale dovrà corrispondere metà quota, a patto che la durata del contratto sia maggiore di 30 giorni.

Seguici e resta aggiornato sul tema affitti:
- 📱 Le news con la nostra pagina Instagram
- 🤖 Gli annunci in uno dei nostri canali Telegram
- 🤓 Confrontati nelle nostre community Facebook

Il modello di contratto d’affitto transitorio

Con il decreto 16.01.2016, pubblicato in Gazzetta Ufficiale il 15.03.2017 con il n.62, il ministero ha pubblicato un modello per il contratto d’affitto transitorio.

Alla fine di questo articolo troverai quindi il modello Word scaricabile, che potrai compilare con tutti i tuoi dati e quelli del proprietario, in modo da avere un contratto d’affitto transitorio aggiornato e che ti tuteli da ogni problematica. Basta scaricarlo, stamparlo e riempirlo, e il gioco è fatto!

Fondamentalmente, il modello di contratto transitorio è composto da un’introduzione in cui si inseriscono i nomi del proprietario e del futuro inquilino, l’indirizzo dell’immobile e i dati catastali, e da una serie di articoli, che regolano, tra le altre cose, la durata del contratto, le esigenze del conduttore/locatore, il canone mensile, il deposito cauzionale e molto altro ancora.

Interessante notare che alcune sezioni del contratto d’affitto transitorio dipendono dal numero di abitanti del comune in cui si trova l’immobile. Per questo occorre anche aggiungere che, con l’entrata in vigore del DM 16/01/2017, c’è stata una riduzione dei requisiti dal punto di vista territoriale: praticamente, adesso occorre che il comune abbia almeno 10 mila abitanti, mentre in precedenza doveva essere ad alta densità abitativa e con oltre 50 mila abitanti.

Il contratto transitorio per gli studenti: conviene?

Chiudiamo questo articolo con una riflessione sulla convenienza o meno del contratto transitorio per gli studenti fuori sede. Tanto per cominciare, occorre ricordare che la durata massima di questa tipologia di contratto è di 18 mesi, e non è rinnovabile. Dunque, potrai sceglierlo se hai cambiato casa e prevedi di laurearti entro un anno e mezzo, oppure se sei appena arrivato in città e non sei ancora sicuro di impegnarti a lungo per l’università.

Negli altri casi, il contratto d’affitto per studenti è l’ideale, in quanto ha una durata massima di 36 mesi e può essere rivolto anche a gruppi di studenti. Inoltre, il canone d’affitto è libero.

Contratto d’affitto transitorio: ecco il modello-contratto-transitorio-DM-2017.

Piaciuto questo articolo?
Ti potrebbe interessare anche:
Come trovare la giusta motivazione per studiare
Pubblicato il 05-07-2020 16:56:30
Si può affittare casa ai tempi del coronavirus?
Pubblicato il 13-05-2020 14:48:22
Le 10 regole per trovare l’inquilino ideale
Pubblicato il 13-04-2020 13:54:34

 

x