TASI: chi la paga, come, quanto e quando
TASI: paga il proprietario o l’inquilino?
Cercare casa con i social network: pro e contro
Cercare casa con i social network

Affitti a Milano: zone e quartieri

  • ottobre 14, 2014
  • di Redazione
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someone

La Capitale Morale, industriosa, vivace, europea, ricca, frenetica, stimolante, attiva. L’unico centro italiano legato da «un cordone ombelicale all’Europa», secondo lo storico Renzo De Felice che aggiunse: «Milano rappresenta un’instancabile incubatrice del nuovo che nasce nel Paese». «La città più città d’Italia» per Giovanni Verga.

Milano è tutto questo, sì, ma è anche una città piccola: pur essendo la seconda città d’Italia per numero di abitanti, oltre 1.3 milioni, è composta da un centro città relativamente contenuto, del diametro di meno di 10 km, un’inezia se confrontata con la mastodontica Roma. E le dimensioni ne sono croce e delizia: la rendono vivibile ed a misura d’uomo, hanno permesso l’organizzazione di una precisa e capillare rete di trasporti urbani, consentono di spostarsi da un capo all’altro della città in tempi ridotti ma al tempo stesso hanno di fatto determinato un mercato immobiliare molto concentrato e con prezzi decisamente alti: è infatti la città con gli affitti più costosi d’Italia. Ed è una città in continuo movimento, adesso travolta dai numerosi lavori per EXPO 2015, il cui inizio è previsto per il 1° maggio del 2015.

Se dunque vi trovate a cercare una stanza o un appartamento in affitto a Milano, conoscere la geografica città e pregi e difetti delle zone principali è il necessario punto di partenza. Ecco dunque  una breve guida ai principali quartieri di Milano.

Centro città – Duomo e Brera

La zona centrale della città, convenzionalmente fissato con il Duomo ed l’area circostante per il raggio di un chilometro, è il centro lavorativo, culturale e religioso della città, che si “scorda” del resto della metropoli: la Galleria Vittorio Emanuele,  il Teatro della Scala, Palazzo Reale, Parco Sempione ed il Castello sforzesco, la Pinacoteca di Brera rendono magnifico il Salotto di Milano, che però per gli stessi motivi offre poche possibilità abitative, tutte e prezzi decisamente poco abbordabili. Per quanto bella, è una zona praticamente off limits per chi ha in tasca meno di qualche migliaio di euro al mese.

Piazza Duomo a Milano

Piazza Duomo

Washington – San Siro

Elegante e con splendidi edifici del XIX secolo, la zona di Porta Magenta è una delle più residenziali e ricche della città, con alcune delle più note vie dello shopping cittadino come la stessa via Magenta, corso Vercelli e via Belfiore. Anche qua i prezzi degli affitti sono molto alti ed è peraltro una zona che vede la copertura della metropolitana solo nella parte nord, con le fermate di Pagano e Wagner.

Ancora più a nord-ovest, si trova la zona di San Siro e poi Fiera, leggermente più periferica e con prezzi più ridotti.

Piazza Piemonte

Piazza Piemonte

Porta Garibaldi – Isola

Isola, che prende il nome proprio dal suo tradizionale isolamento fisico dal resto della città, determinato dalla cesura causata dalla stazione di Porta Garibaldi, è un quartiere con una fortissima identità, sostanzialmente l’unico di Milano dov’è possibile “vivere la strada” passeggiando per le vie e le piazzette che lo caratterizzano: negli ultimi anni ha esercitato un richiamo fortissimo per studenti e giovani coppie, artisti ed designer che popolano la città, che lo hanno reso loro quartiere d’elezione. Accessibile a piedi dalla stazione ferroviaria di Porta Garibaldi (anche fermata della Linea2 della metropolitana), dove è al contrario in corso una netta trasformazione, con il progetto dei grattacieli di Porta Nuova e la nuova piazza Gae Aulenti. I prezzi sono in rapido aumento, ma ancora non proibitivi se si ha un po’ di pazienza nel cercare.

Via Borsieri

Via Borsieri, quartiere Isola

Bovisa

Storico quartiere popolare a matrice operaia, Bovisa val bene una menzione perché è forse la zona che negli ultimi dieci anni ha registrato un più forte sviluppo residenziale, in buona parte grazie alla presenza della sede distaccata del Politecnico di Milano, nel campus di via Durando che ospita le Scuole di Architettura e del Design e in quello di via La Masa, dove hanno sede alcuni corsi della Scuola di Ingegneria Industriale e dell’Informazione. Da annotare anche la presenza di Triennale Bovisa, nuova sede della Triennale di Milano, aperta dal 2006.

La zona sta appunto vivendo una progressiva riscoperta residenziale che non accenna ad attenuarsi, con un conseguente incremento progressivo dei prezzi degli affitti, comunque ancora mediamente più bassi rispetto alle altre zone elencate in questo articolo.

Centrale – Città Studi

Una lieve forzatura ci consente di includere in una zona unica l’area che va dalla Stazione Centrale a piazzale Loreto, passando per Corso Buenos Aires fino poi a Città Studi, quartiere nella zona nord-orientale della città dove hanno sede il Politecnico di Milano e le cinque facoltà scientifiche dell’Università degli Studi di Milano.

Si tratta di una delle zone più popolari della città, dove i prezzi degli affitti sono ancora relativamente contenuti, la disponibilità di case ed appartamenti abbastanza elevata e conseguentemente una delle zone d’elezione per gli studenti fuorisede che si trovano a soggiornare a Milano. Ben collegata con il resto della città, vi si trovano fermate delle varie Linee della metropolitana (Linea 1: Loreto, Lima, Linea 2: Centrale, Loreto, Piola, Lambrate, Linea 3:Centrale).

Proseguendo verso il centro della città si incontra la bella zona di Porta Venezia e Palestro, dove si trovano meravigliosi palazzi ottocenteschi ed i prezzi salgono – rapidamente – di conseguenza.

Città studi Milano

Il Politecnico di Milano e città studi

Porta Romana

Altra zona di grande richiamo è quella di Porta Romana, quartiere elegante, dove si alternano palazzi del XIX secolo a costruzioni più moderne e ricco di ristoranti, locali ed attrattive soprattutto nella zona di viale Montenero, sede di alcuni dei più frequentati luoghi di ritrovo della città.

Molto vicino al centro, nella zona ha sede la prestigiosa Università Commerciale Luigi Bocconi ed è conseguentemente ambitissima zona per tutti gli studenti che la frequentano.

Porta Genova – Navigli

La zona che si trova attorno alla stazione di Porta Genova è sicuramente una delle più ambite e vivaci della città, mantenendo al tempo stesso ancora prezzi abbordabili in alcuni dei suoi angoli, soprattutto uscendo verso l’esterno-città. All’intreccio dei due dei tipici canali della città, il Naviglio Grande ed il Naviglio Pavese, si apre un quartiere ricco di punti di interesse e soprattutto molto viva, con un ottimo equilibrio fra tranquillità e occasioni di socializzazione. Tipiche di questa zona, se si ha la fortuna di trovare una ad un prezzo umano, le case di ringhiera: palazzi alti pochi piani, con corti interne su cui si affacciano i ballatoi con ringhiera attraverso i quali si accede ai vari appartamenti.

Come detto, la zona ospita la stazione ferroviaria di Porta Genova che è anche una delle fermate della metropolitana MM2 (Linea Verde) ed è ben collegata con il resto della città con le line tranviarie 2, 9 e 19. Più a sud si trovano poi le fermate della metropolitana Romolo e Famagosta: proprio ad un passo da Romolo si trova la sede dell’Università IULM.

Naviglio Grande

Il Naviglio Grande

Piaciuto questo articolo?