guide

Studenti fuorisede e medico di base: come ricevere assistenza sanitaria

Studenti fuorisede e medico di base: come ricevere assistenza sanitaria
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someone

Per chi decide di studiare lontano da casa i vantaggi a livello formativo e culturale sono molti, ma è necessario far fronte anche a qualche piccolo problema. Uno di questi è l’assistenza sanitaria.

Data la diffusa disinformazione, non molti sanno che l’assistenza sanitaria è un diritto degli studenti universitari e spesso si trovano a fronteggiare questa evenienza proprio nel momento del bisogno, in aggiunta, la mancanza di una guida ufficiale (vi è solo un decreto legge che regola la questione, il n° 390 del 1991) da parte degli enti di diritto allo studio rende il tutto ancora più complicato.

Ma non preoccupatevi, ci pensa Uniaffitti a darvi le giuste dritte.

Come agire per cambiare il proprio medico di base?

Per ricevere assistenza sanitaria nella vostra nuova città dovrete assumere il cosiddetto domicilio sanitario, che consente di entrare a far parte della anagrafe assistiti della città dove studiate e quindi di scegliere, come i residenti, un medico di base.

La prima mossa da fare è chiedere all’ASL del vostro comune di residenza la cancellazione (temporanea) del vostro medico di base. La cancellazione potrà essere richiesta in un arco di tempo che va da un minimo di 3 mesi al massimo di un anno, quindi sarà necessario rinnovare al richiesta ogni anno fino alla fine del periodo si studi.

Una volta arrivati nella città dove studiate dovete recarci alla ASL più vicina con i seguenti documenti:

  • Fotocopia del documento di identità
  • Attestato di sospensione del medico di base (da richiedere alla ASL della città di residenza)
  • Modulo di iscrizione temporanea al domicilio sanitario, che potrete trovare facilmente online digitando: modulo di iscrizione temporanea al domicilio sanitario più il nome della città in cui state studiando
  • Libretto sanitario
  • Tessera Europea Assicurazione Malattia
  • Certificato di frequenza corsi di studio o attestato d’iscrizione all’università

In ogni caso se non volete procedere alla procedura di cambio del medico di base potrete usufruire dei servizi di guardia medica e pronto soccorso pagando il ticket.

Piaciuto questo articolo?
x