Siena

La cucina senese

La cucina senese
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someone

Cucina povera? Forse nei mezzi, ma non nei sapori. La cucina senesecucina senese viene dalle campagne, fa un forte uso delle spezie per condire piatti molto saporiti, verdure per primi piatti “rustici” e offre una grande abbondanza per chi è amante delle carni.
Una cucina che è passata attraverso i secoli, arricchita dalle influenze romane ed etrusche, rinvigorita nel Medioevo da un forte uso delle erbe aromatiche (aglio,dragoncello e nipitella su tutte), e da sempre sostenuta dagli ottimi ingredienti offerti dalla campagna circostante: olio d’oliva, carne chianina, formaggi pecorini e vino.

Un esempio del legame della città con la sua tradizione culinaria ci è offerto da Giovanni Righi Parenti, esperto conoscitore della città, che afferma:

“Nei tempi antichi il maiale era lavorato nella contrada della Torre, in quella dell’Oca, invece, si macellavano i bovini. Quando gli Ocaioli si accorsero che la carne di maiale aveva un mercato più vasto, decisero di dedicarsi a quest’attività, facendo concorrenza ai loro vicini. Da qui si scatenò una vera e propria inimicizia, che continua anche ai nostri giorni” (intervista di Giulia Mannini)

Insomma, a Siena si mangia e si beve bene, e questo è un dettaglio che, anche uno studente non deve sottovalutare.
Ecco un elenco dei prodotti tipici senesi.

PRODOTTI DEL CAMPO
olio d’oliva
vino

FORMAGGI & SALUMI
buristo
soppressata
finocchiona
pecorino delle crete

DOLCI
cavallucci
pan co’ Santi
panforte
panpepato
ricciarelli

Il miglior modo per gustare la cucina senese è quello di immergersi nei ristoranti, enoteche e osterie di Siena.

Piaciuto questo articolo?
Cerchi una stanza a Siena?

Scegli la tipologia che preferisci e naviga i nostri annunci.

x