guide

Un annuncio in evidenza? L’immagine è tutto.

Un annuncio in evidenza? L’immagine è tutto.
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someone

Nel mondo degli affitti vale la regola popolare per cui la prima impressione è quella che conta. Ma di prime impressioni possono essercene tante, e prima ancora di quella che colpisce non appena si varca la porta d’ingresso, c’è quella delle immagini allegate all’annuncio.

Noi di uniaffitti.it sappiamo quanto le foto siano importanti anche per chi sta cercando: per questo gli annunci con foto vengono approvati e pubblicati più rapidamente, vengono da noi promossi sui social network e ricevono mediamente da 3 a 5 volte più visite degli annunci che non ne sono provvisti. Se vuoi provare, inserisci ora un annuncio per una camera in affitto, con foto 🙂

Una foto è una descrizione sintetica di tutti i dettagli dell’annuncio e rientra fra gli elementi più importanti: come prezzo dell’affitto e posizione. È un dato di fatto che mettere una foto sull’annuncio è il modo migliore per dargli visibilità, oltre che un gesto di rispetto nei confronti degli aspiranti inquilini. Ma se fotografare significa alla lettera scrivere con la luce, è importante sapere che con una foto si può scrivere una brutta battuta così come un bel racconto. Non esiste la foto perfetta per un annuncio ma spendere qualche minuto in più per curare anche le immagini dell’offerta è il tempo che potrete impiegare meglio per trovare un inquilino. Ecco qualche consiglio per farlo nel modo migliore.

7 REGOLE D’ORO PER SCATTARE FOTO PERFETTE

1) Ordine: È vero che la bellezza è negli occhi di chi guarda, come volevamo i poeti romantici, ma esistono dei criteri estetici su cui quasi tutto concordano e che partono dal fatto che un bell’appartamento ha stanze pulite e in ordine, siano esse camere singole, camere doppie o open space post-industriali. Perciò dare una rassettata come quando vengono ospiti a cena può essere una buona idea per cominciare a fare il proprio servizio fotografico. A dare senso di ordine contribuisce anche l’inquadratura: fondamentale anche scattare foto perpendicolari al pavimento: poche cose sono peggiori di una foto storta o ruotata.

2) Luminosità: È importante essere generosi con la luce quando si scatta. Scegli le ore con maggior afflusso di sole e, per incrementare ancora la luminosità, accendi la luce, anche se è giorno. Una fonte di luce sufficiente è essenziale tanto per fare buone foto che per attirare un inquilino. Nessuno, neanche il più nottambulo, vuole vivere in una stanza poco illuminata e privarsi completamente del sole. Fai attenzione però alle ore con maggior illuminazione: per sfruttare al meglio la luminosità è importante scegliere un angolo che sta dal lato della finestra o della sorgente di luce. Fare foto controluce può essere bello quando si guardano tramonti o quando si vogliono scattare immagini artistiche, ma in un annuncio danno quel senso di apparizione divina che offusca le distanze e scontorna i dettagli.

3) Inquadratura: Quando si scatta la foto bisogna ricordarsi che non si sta scattando per il National Geographic né per una mostra al Moma. Perciò, meglio evitare le prospettive distorte, il bianco e nero e i filtri audaci, se non si sta cercando di raccogliere like su Instagram ma di affittare un appartamento.

4) Risoluzione: La qualità di una foto è anche una questione di tecnologia. I device digitali consentono di avere una buona qualità dei dettagli semplicemente utilizzando la funzione automatica di messa a fuoco, tanto odiata dai fotografi esperti quanto manna dal cielo per tutti gli amatori che non sono sicuri della propria mano.

5) Angolatura: Dice tutto di sé fin dal suo nome. La prospettiva migliore delle stanze, quella che riesce a cogliere la visuale più ampia possibile è garantita dagli angoli della stanza. Scegli quello che a tua discrezione dà un’immagine più bella del tuo appartamento: proprio come i volti della gente anche le stanze hanno un loro profilo migliore.

6) Spazio: Meglio evitare dettagli e particolari a meno che non siano strettamente correlati all’annuncio o non siano dei dettagli che aiutano a “venderlo”. Meglio concentrarsi su poche foto che danno un’idea generale ma completa della casa. Piuttosto, se la grandezza della stanza lo rende opportuno, la funzione panoramica di alcuni smartphone può essere uno strumento utile perché consente di cogliere in un’unica immagine tutta l’ampiezza dello spazio.

7) Curiosità: Valorizza i punti di forza del tuo appartamento. Inserire foto brutte o sgraziate farà fuggire i possibili acquirenti anche se abitate a Buckingham Palace, mentre uno scatto ben focalizzato sui migliori attributi dell’arredamento farà aguzzare gli occhi almeno per un attimo a tutti i curiosi.

Piaciuto questo articolo?
x