Locali a Siena: i pub

La cucina senese

Affitto: problemi con il proprietario di casa?

  • gennaio 10, 2006
  • di Leonardo Casini
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someone

Dalle bollette ai buchi delle puntine sulla parete, dalle furtive intrusioni senza preavviso alla richiesta di pagamenti extra.

Purtroppo sì, prima o poi quasi tutti si trovano a discutere con il proprio padrone di casa. Ma se in genere tutto si può risolvere con due chiacchiere e una stretta di mano, a volte le discussioni sfociano in liti, continue ritorsioni, tanto che la vita da fuorisede finisce per diventare un incubo: come fare per evitare che la situazione degeneri se si è in affitto?

Fermo restando che se non avete un contratto regolarmente registrato (a tal proposito si veda la guida al contratto d’affitto per studenti) non siete nella condizione migliore per far valere le vostre ragioni, il primo consiglio è quello di impugnare il contratto stesso, leggerlo attentamente, cercare di fare luce sul motivo dello “scontro” e confrontarvi, contratto alla mano, con il proprietario (eventualmente ammettendo di aver torto). All’interno del contratto è opportuno che siano esplicitate, oltre alle condizioni d’affitto, la ripartizione delle spese accessorie, avendo cura di specificare ogni singola voce di costo, oppure di inserire esplicito riferimento alla tabella per le spese accessorie depositata.

Nel caso in cui la situazione non si risolva potete far ricorso ad un aiuto esterno.

L’Università degli Studi di Siena, dall’agosto 2005, offre un servizio di consulenza legale sugli affitti; mette infatti a disposizione un legale professionista per fornire consulenze sulle tipologie contrattuali esistenti, sui diritti e doveri previsti dai vari contratti e – nel nostro caso – anche suggerimenti per la soluzione dei problemi con i padroni di casa. Come fare per avere una consulenza? Basta contattare il Front Office dell’ateneo per fissare un appuntamento con l’avvocato. Naturalmente la consulenza è gratuita.

In alternativa potete rivolgervi al SUNIA, il sindacato nazionale degli inquilini e assegnatari, che fornisce gratuitamente assistenza e consulenza legale per tutti i problemi relativi al rapporto con i proprietari degli alloggi.

Resta comunque la necessità assoluta di avere un contratto regolare per vedere i propri diritti tutelati ed evitare che vengano calpestati dai locatori tiranni che troppo spesso approfittano dei loro inquilini.

Piaciuto questo articolo?