Cercare casa con i social network: pro e contro
Cercare casa con i social network
Come andare d'accordo con il proprietario di casa
Come andare d’accordo con il proprietario di casa

2014: caro affitti, scendono i prezzi

  • dicembre 26, 2014
  • di Leonardo Casini
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someone

Effetti della crisi, non per tutti negativi: secondo uno studio elaborato da Solo Affitti in collaborazione con Nomisma, il canone medio degli affitti abitativi nel 2014 è sceso dell -1,6%, proseguendo un trend che si conferma negativo dopo i ribassi del 2012 e 2013. Negli ultimi 5 anni il dato vede un complessivo -12,5%, vero specchio della congiuntura economica che il Paese sta attraversando, ma pur sempre un calo attenuato rispetto a quello dei prezzi degli immobili grazie ad uno spostamento di interesse da parte delle famiglie verso il mercato dell’affitto.

Se diminuiscono mediamente i canoni di locazione in tutta Italia, esistono alcune eccezioni, facilmente pronosticabili: gli affitti a Milano vedono un incremento significativo (+6,7%), anche per l’avvicinarsi di Expo 2015  con una previsione di ulteriore crescita nei prossimi 12 mesi.

In calo gli affitti a Roma (-5,5%) e Venezia (-7,7%), pressoché stabili invece le altre grandi città: Firenze (-0,6%), Bologna (-0,3%), Napoli (+0,5%) e Palermo (+1%).

Cedolare secca, che passione

Altro trend evidenziato dallo studio è la sempre maggior adozione della cedolare secca, agevolazione che consente di ridurre la tassazione del reddito percepito dall’affitto degli immobili per uso abitativo, che è ormai presente nell’87% dei nuovi contratti di locazione, con un significativo risparmio per il locatore e vantaggi per gli affittuari.

In crescita anche i contratti d’affitto a canone concordato (37,1% dei nuovi contratti), ormai vicini ai più classici contratti 4+4  (39,8%), di fianco a quelli di natura transitoria (20,4%), ancora la forma preferita nella stipula di contratti per studenti universitari.

E affitti per studenti universitari?

Da uno studio Tecnocasa emergono dati in linea per quanto riguarda gli affitti destinati a studenti universitari, mediamente in calo dell’1,7% rispetto al 2013, con una riduzione omogenea sulle varie tipologie di abitazione: monolocali (-1.8%), bilocali (-1,5%) e trilocali (-1,7%).

Immagine di copertina: Flickr, Untitled, Devo – modificata

Piaciuto questo articolo?